Perito Agr. Spec. Roberto De Giorgi

Italian English French German Greek Russian

Il Mandarino


Varietà tradizionali di Mandarino coltivate presso il Vivaio

Mandarino “Comune”

Sinonimi: Avana
mandarino comune

Fu introdotto in Italia nel 1810 nell’orto botanico di Palermo, prelevato da Malta, dove fu introdotto nel 1805 dall’inglese Hume. Questa cultivar presenta alternanza di produzione ed un elevato numero di semi; proprio il rilevante numero di semi rende i suoi frutti poco richiesti dai mercati stranieri; viene perciò sostituito da cultivar pive di semi, come il clementine.


Mandarino “Tardivo di Ciaculli"

Deriva, probabilmente, da una mutazione gemmaria del mandarino Comune, osservata a Ciaculli, in provincia di Palermo. Questa cultivar è apprezzata poichè matura tardivamente ed il frutto si conserva sulla pianta fino ai primi di aprile; differisce dal Comune anche per la pezzatura inferiore del frutto; ha, inoltre, un maggior contenuto di zuccheri nel succo.